All for Joomla All for Webmasters

Dobrudzha Troy

Un complesso di culto preistorico risalente a 7.500 anni fa è stato portato alla luce in Bulgaria. I ricercatori hanno descritto l'insediamento paleolitico come "forse il più grande edificio in pietra preistorico d'Europa".L'edificio copriva una superficie di oltre 200 metri quadrati, anche se gli archeologi sospettano che l'edificio avesse due piani, il che significa che potrebbe essere più vicino a 400 metri quadrati (400 metri quadrati). 

I resti dell'insediamento, che si pensa sia crollato a causa di un terremoto, sono stati scoperti sulla "grande isola" del lago Durankulak, una laguna di 1,3 miglia quadrate (3,4 km quadrati) nel nord-est della Bulgaria. Gli scavi nel sito, noto come "Dobrudzha Troy", sono iniziati negli anni '70 quando sono stati scoperti reperti risalenti a circa il 10.000 aC, insieme a testimonianze dell'insediamento neolitico, riferiscono fonti locali bulgare.Tuttavia, questa estate, gli archeologi hanno portato alla luce un enorme edificio contenente una fornace, che credono sia stato usato per circa 80 anni. 

Costruito nel Chalcolithic, o età del rame, si pensa che l'edificio sia collassato a causa di un terremoto. Petar Zidarov, archeologo della Nuova Università bulgara di Sofia, ha dichiarato alla televisione nazionale bulgara: "La sfida che ora stiamo affrontando è quella di rivelare la sequenza degli strati, o le fasi della vita, in uno degli edifici più monumentali di tutta l'Europa preistorica. Parlando di tecnologia all'epoca, ha aggiunto: "Le persone che vivevano in questo posto non erano solo eccellenti costruttori, ma erano anche tra le prime persone al mondo che hanno iniziato a odorare metalli come il rame nativo e l'oro nativo, per forgiare gioielli e commerciare con loro fino alla costa mediterranea ». 

Il team ha anche scoperto un edificio vicino con oggetti di culto. I resti degli edifici costituiscono quella che si ritiene essere la prima città in pietra d'Europa, costruita intorno al 5.500 aC quando la cultura neolitica Hamangia-Durankulak era dominante.I resti preistorici risalgono alla prima cultura agricola sedentaria in Europa. Gli archeologi hanno precedentemente trovato quella che si ritiene essere la più grande necropoli paleolitica e neolitica del mondo nel sito, contenente tracce di circa 1.400 tombe risalenti a 5.300 anni aC.

Cookies