All for Joomla All for Webmasters

Sabazio

Un piatto d’argento raffigurante Sabazio, divinità frigia e traciana, è stato scoperto ai piedi del monte Belintash, vicino al piccolo paese di Mostovo. La scultura è stata ritrovata agli inizi del 2000 da un residente locale e, attualmente, si trova all’“Istituto e Museo Archeologico” presso “l’Accademia Bulgara delle Scienze” di Sofia.

La lastra raffigura il dio Sabazio seduto su un trono di roccia, mentre è aggrovigliato dai serpenti. Questo prezioso oggetto dà importanti informazioni storiche, perché mostra un quadro completamente diverso rispetto alle precedenti informazioni sulla sua immagine.

È rappresentato con delle scarpe alte, tipiche della tribú dei Bessi, popolazione che viveva nei monti Rodopi. Con la mano sinistra tiene in mano un ramo, che simboleggia la vegetazione e la vita. Ció fa pensare che Sabazio fosse visto come un dio del ciclo della natura. Con la mano destra, invece, impugna una spada o una mazza, simbolizzando il suo potere e la sua forza. 

I serpenti raffigurati sulla piastra, invece, mirano ai principali organi dell’essere umano, simboleggiando salute e pensiero.

Secondo gli ultimi studi, quindi, Sabazio rappresenterebbe un’antica divinità della natura e della vegetazione, della salute dell’uomo e della continuazione del genere, un benefattore e un donatore di immortalità. 

Cookies