All for Joomla All for Webmasters

L'impero dei Kara Bulgar

Da molti anni ad oggi gli storici stanno ricavando diverse informazioni riguardo ai “Bulgari Neri”, un popolo ancora sconosciuto che si stanziò, probabilmente, in Ucraina del Sud, Crimea o Caucaso settentrionale.

Secondo scritti del Medioevo, il luogo veniva chiamato “Kara Bulgar”, ed è stato governato da questo popolo per un secolo e mezzo.

Dopo essere caduti sotto il potere dell'Impero di Hazar, i Bulgari Neri erano impegnati a combattere numerose guerre contro gli Arabi, i Turchi e anche i Bulgari del Danubio. Ciò continuò fino a quando Khazar Kagan impose l'ebraismo, scatenando una guerra interna. Nel 820, Urush Agar, governatore di Kara Bulgar, convinse Bulgari del Danubio, Bulgari di Volga, Ungheresi e altri due piccoli popoli ad unirsi per vincere la guerra, durata 10 anni. Arrivati ad un accordo, i Bulgari Neri diventarono indipendenti, ricevendo diversi territori che andavano da Kiev al Caucaso.

La capitale del grande stato divenne la città di Kerch, nell’attuale Crimea. L’ultimo imperatore, invece, fu Khan Almash, discendente della famiglia dei Duli. Dopo la sua morte nel 922, i due Paesi si riunirono, dando inizio al khafanato della Bulgaria del Volga.

Una parte dei Bulgari Neri si trasferì a Ovest, in Pannonia (attuale Ungheria), con i Magiari. Un'altra parte si stabilì in Crimea, dove la loro comunità proseguì fino al XV secolo. L'ultima parte, invece, si stanziò nel Caucaso. Si ritiene che i cittadini della Repubblica della Federazione Russa, Cabardino-Balcaria, siano gli eredi dei Bulgari Neri.

Cookies