All for Joomla All for Webmasters

Il periodo d'oro della bulgaria

L'età d'oro della Bulgaria si manifesta durante il periodo della prosperità culturale sotto il regno dell'imperatore Simeone I il Grande (889-927 d.C.). Il termine è stato coniato da Spiridon Palauzov alla metà del XIX secolo.

Simeone I ha ottenuto spettacolari successi militari e politici, riuscendo a espandere il territorio bulgaro e costringendo l'impero bizantino a riconoscere il titolo imperiale dei monarchi bulgari. Preslav, la capitale del Primo impero bulgaro, fu costruita in stile bizantino per rivaleggiare Costantinopoli. Gli edifici più importanti e artistici della città furono la Chiesa Rotonda, conosciuta anche come “Chiesa d'Oro”, e il Palazzo Imperiale. In quegli anni, inoltre, ci fu una vera e propria espansione della lavorazione della ceramica, che molti abili artigiani utilizzavano per imitare l’arte bizantina. Un articolo del XI secolo racconta che Simeone impiegò ben 28 anni per costruire la capitale.

L’imperatore radunò intorno a sé il cosiddetto “Cerchio di Simeone”, che includeva alcuni dei più importanti e celebri autori letterari della Bulgaria medievale. Simeone I stesso fu anche scrittore: l’ opera piú famosa a lui accreditata fu “Zlatostruy”.

Tra gli scrittori, gli argomenti più trattati erano le eulogie cristiane, la vita dei santi, gli inni e le poesie, le cronache e le narrazioni storiche. Tra le opere importanti ricordiamo ‘’Hexameron’’ di John Exarch, ‘’Didactic Gospel’’ di Costantino di Preslav, ‘’An Account of Letters’’ di Chernorizets Hrabar. Altri autori del ‘’Cerchio di Simeone’’ erano Tudor Dox, Prester John e Prester Gregory, ma purtroppo nessuna delle loro opere è stata conservata.

Cookies