All for Joomla All for Webmasters

Il Cavaliere di Madara

Il Cavaliere di Madara è un grande bassorilievo di roccia medievale intagliato sull'altopiano di Madara, nella Bulgaria nordorientale. 

Nel 1979 è diventato patrimonio mondiale dell'UNESCO

Il rilievo si trova a 23m dal suolo, su una scogliera quasi verticale di 100 m. E di dimensioni quasi naturali. Il cavaliere, rivolto a destra,  sta spingendo una lancia contro un leone che si trova ai piedi del suo cavallo, alla sinistra un cane corre al suo seguito. 

Il tutto è appena riconoscibile a causa dell'erosione e delle cattive condizioni in cui si trova il monumento. 

Il significato non è certo: certi sostengono che sia collegata alla cultura equestre di guerrieri provenienti dalle Steppe Euroasiatiche, altri invece  avallano l'ipotesi che il cavaliere sia legato alla divinità bulgara Tangra, altri ancora lo associano alla divinità indiana Mithra.

Un'altra teoria è che esso sia lo stereotipo del cavaliere trace nella mitologia paleo-balcanica. 

Ma l'ipotesi più accreditata sostiene che questo cavaliere derivi dall'unione della cultura tracia e di quella bulgara, per due semplici motivi:  la dimensione monumentale, l'iconografia e i dettagli fanno parte della civiltà bulgara, mentre la direzione verso destra è il leone della tradizione tracia.

Nel 1924-35, sotto il bassorilievo (circa 250 metri a nord) si trovano i resti di un complesso che si ritiene fosse un santuario pagano (una chiesa a tre piani)  è un edificio rettangolare, probabilmente l'abitazione privata di un sovrano, solito a compiere riti sacrali legati a Tangra. Nel sito e stata trovata anche un'iscrizione (danneggiata)  di Khan Omurtag, che menziona la divinità Tangra

Il complesso e comunemente datato alla prima meta del IX secolo.

Cookies