All for Joomla All for Webmasters

Preslav Veliki

Preslav Veliki, ex Preslav (fino al 1993), è una città e sede della Municipalità di Veliki Preslav, che a sua volta fa parte della provincia di Shumen. Veliki Preslav si trova ad un'altitudine di 132 m. 

Preslav era la capitale del primo impero bulgaro dal 893 al 972 ed una delle città più importanti dell'Europa sudorientale medievale. Le rovine della città si trovano nella moderna Bulgaria nordorientale,  a circa 20 chilometri a sud-ovest della capitale regionale di Shumen, e sono attualmente una riserva archeologica nazionale. 

Il nome di Preslav è di origine slava. Apparentemente la città fu fondata ed edificata come insediamento slavo fino alla sua fortificazione all'inizio del IX secolo. 

La vicinanza alla capitale bulgara di Pliska ha portato al rapido sviluppo ed all'espansione di Preslav. Al momento dell'incoronazione di Khan Boris I nel 852, Preslav era diventato un importante centro  militare strategico ed era la sede dell'Ichirgu-boil. Numerose chiese furono costruite in citta dopo la conversione dei bulgari al cristianesimo nel 864.

La rivolta pagana della nobiltà di Pliska, guidata dal principe Vladimir nel 892, era decisiva per il futuro destino della città. Nel 893 Vladimir fu detronizzato  e durante il Concilio di Preslav, Boris I nomino Simeone il Grande come suo successore e decise di spostare la capitale dello Stato a Preslav. 

Nel giro di 80 anni la città si sviluppo rapidamente, diventando un importante centro politico e culturale. 

Nel 960 circa, la fortuna della città subì una drammatica crisi, quando i conquistatori bizantini depredarono il tesoro, la regalia dello Tsar bulgaro e la gran parte della biblioteca di Simeone. 

Sebbene la città non perse la sua importanza nei trecento anni successivi, le periferie vicine ed i grandi monasteri divennero desolati, e la loro economia perse la sua vitalità e significato. 

 

Cookies