All for Joomla All for Webmasters

Archeologi trovano una grande torre nella fortezza di Rusokastro

Gli archeologi che lavorano nel sito della fortezza medievale di Rusokastro in Bulgaria hanno trovato resti di una grande torre, lunga 15 metri e larga 12 metri, ha detto il Museo storico regionale di Bourgas.

Il museo ha detto che l'ultima scoperta degli archeologi che esaminano Rusokastro "è probabilmente la più importante dall'inizio degli scavi nel 2006". Per più di un mese, il team del Museo storico regionale di Bourgas ha esaminato un edificio monumentale costruito nel punto più alto della collina rocciosa. Si diceva che le mura della torre fossero larghe 1,9 m. Le loro superfici erano fatte di quadrati accuratamente lavorati, sigillati con malta.

Secondo la pianta, la torre era esagonale e non era collegata alle mura della fortezza. Tali siti archeologici sono chiamati "donjons". Queste sono le torri principali dei castelli, che spesso sono le abitazioni del sovrano della fortezza. A volte il termine "cittadella" indica la parte più fortificata della città medievale. Nella penisola balcanica, tali siti sono chiamati moli o torri di autodifesa.

Gli scavi sono guidati dal dottor Milen Nikolov e Vassil Mutafov. "In sostanza, questa è la torre del sovrano, qui risiedeva il sovrano locale - il cefalo o castrophylaxis, nominato dal sovrano dello stato", ha detto Nikolov.

Gli ingressi a tali torri erano alti almeno tre metri, e venivano raggiunti da scale che, in caso di assedio, venivano difese dai difensori. Le torri erano a tre, quattro, cinque piani. La loro altezza era da uno e mezzo a due volte la loro larghezza ", ha detto.

Cioè, la torre di Rusokastro probabilmente ha raggiunto, e forse ha superato, 20 m. C'erano depositi di armi, scorte di cibo, camere da letto e un serbatoio. Pertanto, in caso di assedio, anche se la città e il castello vengono conquistati, gli ultimi difensori e l'aristocratico locale con la loro famiglia possono resistere a lungo fino all'arrivo degli aiuti esterni o fino al termine delle scorte ", ha detto Nikolov.

La datazione della torre scoperta di recente a Rusokastro è ancora da stabilire, ma provvisoriamente si ritiene che risalga al XIII secolo. In Bulgaria e nei Balcani, tali torri poligonali o multi-murate sono molto rare. Un esempio di ciò è la Fortezza Tsepina nei Rodopi occidentali - la capitale del despota Alessio Slavo fino al 1215, ma questa torre è ottagonale. Così è la torre nella fortezza di Plateemon nel nord della Grecia.

In questa fase dello scavo, l'unica torre esagonale che può essere citata come la più simile è la Rusokastrenska nella fortezza di Tsarevi kuli, vicino all'attuale città di Strumica, nella Repubblica di Macedonia del Nord. Il Museo storico regionale di Bourgas ha affermato che sfortunatamente il materiale da costruzione molto bello - le piazze - aveva attirato l'attenzione di molti locali centinaia di anni fa ed era stato rimosso dal sito. Parte delle mura interne della torre regnante sono state conservate, ma le mura esterne sono state quasi completamente distrutte e il materiale con cui erano state portate via.

L'esplorazione dell'interno della "torre dei re" inizierà nell'ultima settimana di agosto, ha detto il museo.

Cookies