All for Joomla All for Webmasters

Baba Marta

Khan Asparuh fondatore del primo Stato Bulgaro doveva partire per una battaglia particolarmente dura. La sua giovane moglie era molto preoccupata e per rassicurarla lui le promise che, appena finita la battaglia, le avrebbe mandato un piccione con un filo bianco legato alla zampina in segno di vittoria. La battaglia fu lunga e durissima, lui rimase ferito al braccio, e mentre legava il filo di lana bianco una parte si colorò del rosso del suo sangue.

Così nacque la prima martenitza, simbolo di vittoria e prosperità.

Dopo si sono sommati altri strati simbolici, le martenitza oggi simboleggiano soprattutto salute, prosperità e buon umore.

Nella Bulgaria che era terra in prevalenza di agricoltori si assegnava al primo marzo l'inizio della primavera.

La figura della vecchietta Marta, che quando sorride fa splendere il sole e sciogliere la neve, e quando fa il broncio ghiaccia di nuovo la terra, è parte della tradizione e della cultura agricola. Ecco perché in Bulgaria scherzano che marzo è il mese delle donne, e come loro cambia spesso umore,...

Cookies