All for Joomla All for Webmasters

Massimino il Trace

Massimino il Trace fu un imperatore romano dal 235 d.C. al 238 d.C.

Nato nel 173 d.C. da una famiglia di pastori che viveva nella Mesia Inferiore (regione che corrisponde in parte alla Bulgaria), viene descritto come un uomo non di bell'aspetto, ma dotato di una forza sorprendente, tanto da riuscire a trainare un carro a braccia, e di un altezza piu' unica che rara per quei tempi. Infatti era alto quasi 240cm, il che  lo rendeva temuto dai suoi avversari (basti pensare che a quei tempi l'altezza media non superava i 160cm).

Queste due caratteristiche lo portarono ad avere una grande fama tra i soldati dell'esercito romano, tanto che l'imperatore Severo lo promosse di grado, arrivando a essere centurione. A causa dell'assassinio dell'imperatore, di cui aveva un'altissima considerazione, si ritiro temporaneamente dall'esercito (217 d.C.).

Poco tempo dopo, nonostante fosse stato nominato tribuno, provo a rientrare nell'esercito, e il nuovo imperatore Alessandro Severo lo accolse con grande entusiasmo, tanto da affidargli il comando e l'addestramento una delle maggiori legioni, la Legio I Adiutrix.

Nel mese di Febbraio del 235, l'imperatore Alessandro Severo stabili di accamparsi in Gallia, ma questa decisione fu fatale. Diverse sono le ipotesi, ma la piu' accreditata e la congiura  organizzata da massimino nei confronti del suo imperatore, con l'unico scopo di essere nominato imperatore a sua volta.

E cio' e esattamente quello che accadde: Massimino venne acclamato dai soldati e il suo titolo venne innalzato a imperatore, regnando fino alla sua morte. Nel tornare verso Roma pero, scoppio una rivolta organizzata dai soldati fedeli al loro precedente capo, Alessandro Severo, che pero venne soffocata nel sangue da Massimino.

Nel frattempo, il Senato, venuto a sapere della nomina del generale a imperatore, inizio a organizzare una serie di complotti, che finirono col fallimento. Nei territori friulani, in particolare ad Aquileia, il sovrano trovo molta resistenza, tanto che mise sotto assedio la citta'. La mancanza di cibo e le perdite alimentarono  il malcontento tra i soldati, finche' nel 238 dei legionari entrarono nella tenda di Massimino e uccisero lui e il figlio (destinato a essere il suo successore).

Ebbe cosi fine, dopo soli tre anni, il regno di Massimino il Trace, che da soldato semplice aveva raggiunto il grado massimo di imperatore di Roma.

Servizi Societari

Servizi Personali

Servizi Web

Servizi Pensionistici