All for Joomla All for Webmasters

Bulgaria: ripopolazione dei villaggi rurali

L’idea, gestita da due donne, ha lo scopo di incoraggiare i bulgari a ripopolare le comunità rurali abbandonate.

Molti viaggiatori, partendo dal confine con la Serbia verso Sofia, passano attraverso numerosi villaggi fantasma, le cui case abbandonate si disgregano contro il bellissimo sfondo montuoso

Gli effetti dello spopolamento sono maggiormente concentrati nella parte Nord-Occidentale della Bulgaria, ma lo stesso processo è diffuso in tutto il Paese. I paesini più colpiti sono quelli dove l'agricoltura ha perso un ruolo fondamentale per l'economia del Paese, dopo la caduta del regime comunista nei primi anni ‘90.

Secondo I dati del Ministero degli Esteri del 2011, nel 2015, il 73,1% della popolazione bulgara si era trasferito o viveva in aree urbane. Altri 2.1 milioni, invece, avevano lasciato la regione per cercare un futuro migliore all'estero. Il processo di migrazione ha lasciato 159 insediamenti disabitati (o poco abitati), mentre il 21,5% (1.133 paesi) ha una densità che va tra 1 e 49 abitanti.

Due donne, però, hanno deciso di sfidare il lento decadimento della vita dei centri abitati bulgari.

Irena Nencheva e Silvia Velkova coordinano l'iniziativa "Immobili in affitto, senza affitto", che riunisce tutte le persone che vogliono "noleggiare" gratuitamente le loro case (ormai disabitate) per chi desidera trasferirsi in un paese fuori città.

Attraverso la loro iniziativa, sono state riabitate decine di abitazioni. I casi variano da un imprenditore che offre accesso libero alla sua proprietà insieme ad uno stipendio per il suo sfruttamento, a una signora che permette alle persone di rimanere nella sua bella casa nel centro della città di Pleven, in cambio del mantenimento dei suoi due cani.

Oggigiorno molte persone sono motivate ad affittare gratuitamente la loro abitazione, perché vivendo lontane, hanno paura dei furti, molto frequenti nelle aree rurali.

"Interessanti sono gli annunci che offrono, assieme alla proprietà, una possibilità di lavoro. Se questo va a buon fine, si potrà dar nuova vita al villaggio", ha detto a BIRN Silvia Velkova, coordinatrice dell'iniziativa.

Il progetto è iniziato da un gruppo chiuso di Facebook. Fondato da Irena nell'estate del 2014, è cresciuto rapidamente, superando i 16.000 membri. Ora, grazie al sito ufficiale, è raggiungibile da tutti, e si stima che gli annunci gratuiti aumenteranno a dismisura.

AIB ANNUNCI

Il primo portale di annunci in Bulgaria completamente in Italiano

AGENZIA ITALIA BULGARIA

Servizi Societari

Servizi Personali

Servizi Web

Servizi Pensionistici

Cookies