All for Joomla All for Webmasters

Settore agricolo in bulgaria

L'agricoltura è uno dei settori più caldi e più promettenti della Bulgaria. L'età media degli agricoltori bulgari in circa 58 anni. Solo circa il 2,4 per cento dei neolaureati hanno una laurea in agronomia e scienze veterinarie, la Bulgaria gode di ottime condizioni naturali per lo sviluppo del settore agricolo e forestale. Lo sfruttamento dei terreni agricoli occupa circa 4,9 milioni di ettari, il 44% del territorio totale del paese. Il clima è favorevole per la produzione agricola e la disponibilità di terreni agricoli uniti a una lunga tradizione ha portato un forte sviluppo dell'agricoltura e dell'allevamento.

Altri vantaggi sono il basso costo del lavoro e sistema scolastico che offre formazione moderna. Tra le principali colture si segnalano pomodori, peperoni, tabacco, uva, grano, mais, fagioli, patate, semi di girasole, pesche, albicocche, mele, meloni, e noci. Esiste una radicata tradizione nell'allevamento di ovini, suini e bovini, pollame e apicoltura. Tradizionalmente, la Bulgaria ha avuto una posizione di leader nelle esportazioni di uva, tabacco orientale, pomodori, albicocche e altri prodotti agricoli verso i mercati europei.

Esistono buone opportunità nel settore per la creazione di catene di produzione totale attraverso una combinazione di aziende selezionate in cluster che coprono settori primari, trasformazione, vendita e distribuzione. Un vantaggio importante del settore è la presenza di istituzioni di ricerca e sviluppo alimentare consolidate. In Bulgaria uno speciale programma di sostegno (SAPARD), UE, prevede una sovvenzione agli investimenti del 50% per i progetti di investimento in agricoltura. Agricoltura bulgara è uno dei maggiori settori di investimento in Bulgaria! Nel corso dei prossimi 20 anni si prevede una crescita massiccia.

L'AGENZIA ITALIA BULGARIA fornisce informazioni complete e supporto alle aziende italiane che intendono investire nel settore agricolo bulgaro o in cerca di costruire una joint-venture con i produttori locali.